Home > Marist World > Italy: Siracusa News #41



Wherever you go

Rule of Life of the Marist Brothers


 



 


Social networking

Marist Brothers

RSS YouTube FaceBook Twitter

 

 


Calls of the XXII General Chapter



FMSI


Archive of updates

 

Marist Calendar

7 December

Saint Ambrose

Marist Calendar - December

Siracusa News #41

 

Archive: 2019 | 2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004

09/12/2019: Italy

 

Download PDF - Italiano | Español | Français

Comunità LaValla200> di Siracusa | Comunidades Internacionales para un Nuevo Cominezo

 

CIAO a tutti

Mese relativamente calmo quello di novembre; un po’ di viavai e l’assestamento dei corsi di Italiano del CPIA. Poi alcune gradite visite, il Provinciale e fr Jeff Crowe, con la sua carica di entusiasmo targata Lavalla200>. La Comunità si era preparata con un paio di giorni di relax, in quel di Trapani, ma siamo riusciti a scovare “segni dei tempi” anche curiosando tra le vetrine del centro, per non dimenticare la sensibilità per i giovani Montagne che S.Marcellino ci affida ancora oggi! 😊

Aria di zeppole – Dopo le zeppole di san Martino, un omaggio al nostro Maurizio e alle sue merende. Da buoni apprendisti siciliani vogliamo quasi ri-pagare “in natura” il nostro caro amico. Qualcuno (e anche lui tra gli altri), lo definisce il membro aggiunto della Comunità. Ma di chi si tratta? Sarebbe bello farvi provare l’esperienza del Ciao di pomeriggio, dopo i compiti del doposcuola, quando ad un certo punto entra lui, il nostro barista di fiducia, con un sacchettino profumato, che deposita sul tavolo, saluta e se ne va. Subito i bambini si mettono in moto perché… è arrivata la merenda. E che merenda, zeppole, bignè, dolci da leccarsi i riccioli! Maurizio è il gestore del bar che si trova proprio di fronte al CIAO e qualcuno di noi si chiede; “Capisco che qualche volta avanzano delle brioche o altri dolcetti, ma un barista furbo fa bene i suoi calcoli e difficilmente sbaglia ogni giorno nella stessa quantità, qui i conti non tornano…”. E noi siamo ben contenti di questa matematica sgrammaticata che rivela il suo gran cuore. La scorsa estate ha tenuto un master in zeppole con i bambini del centro estivo, per insegnare a fare i dolci; chissà cosa proporrà per il prossimo campo di Natale…
Grazie Maurizio.

Il primo mese del CPIA – Dopo la firma del protocollo d’intesa con il CPIA di Siracusa abbiamo chiesto alle due docenti, Stefania e Nelluccia, un rapido bilancio di questi primi mesi di scuola. Gli alunni in totale sono più di 80 e si dividono in base ai livelli; le mattinate sono praticamente piene e ogni settimana si affaccia qualche volto nuovo che desidera iscriversi, perché la voce sta girando e la possibilità di questo corso è molto interessante per i tanti stranieri che vivono nel nostro quartiere, la Borgata. La collaborazione e la sinergia tra il CPIA e il nostro Centro sembrano ben avviate e sono numerosi i punti di contatto e i momenti in comune per consigliare, aiutare nelle pratiche, mettere a disposizione le competenze che ogni giorno si scoprono in vista di un servizio sempre più allargato.

Partenze e arrivi – Come al solito si pensava che novembre fosse un mese tranquillo, senza andirivieni, ma da queste parti la norma fa rima con sorpresa. Gabriel sta vivendo gli ultimi giorni della sua permanenza e sta completando diversi sentieri da concludere, dall’aiuto per i passaporti di qualche migrante alla riscoperta delle sue radici italiane, passando per un ritiro in terra spagnola e finendo dalle parti di fr. Onorino; anche Nina ha seguito la fase finale di un corso organizzato dall’UNHCR sul tema dei migranti e si è trasferita per un paio di giorni a Napoli. A fine mese abbiamo avuto per alcuni giorni la gradita presenza di fr. Jeff Crowe, che sta visitando di persona le diverse comunità Lavalla200> Prima di venire da noi era appena stato in Brasile, a Tabatinga, portandoci belle notizie di Mario, che ormai si è inserito in questa nuova realtà, così familiare per lui. Ma forse la visita più stimolante per noi è stata quella del provinciale, fr. Juan Carlos, che ha condiviso alcuni giorni con noi, a metà novembre. Abbiamo incontrato il Vescovo, anche per affrontare temi pratici che potranno favorire la vita della nostra comunità. Abbiamo poi vissuto un giorno di ritiro insieme, per mettere mano al Progetto Comunitario, un qualcosa di speciale, come speciale è la nostra comunità di fratelli e laici. Abbiamo cercato di mettere in luce le priorità, le emergenze e intorno a questi nuclei vedere insieme quali strade scegliere e quali decisioni prendere.

 

 

 

 

E come scoprire l’opinione del mare? – Serata-Evento al CIAO. Il nostro primo concerto. E diciamo “nostro” perché la giovanissima cantautrice, Claudia, che si è esibita sabato 9 novembre negli spazi del centro è un po’ coinvolta nelle nostre attività, visto che la sua famiglia ha destinato una parte della propria casa per gli appartamenti dei ragazzi neo-maggiorenni che stiamo seguendo.

La sera del 9 novembre, nella sede del Ciao abbiamo partecipato in tanti alla presentazione del suo primo progetto musicale, raccolto nel CD “L’opinione del mare”. Preparato da tempo e atteso con emozione dai tanti amici, man mano che si avvicinava l’ora di inizio dell’evento, si stemperava il classico timore del “chissà se viene qualcuno”; avevamo previsto una ventina di sedie, uno spazio semplice e accogliente, ma poi, poco alla volta, abbiamo dovuto recuperare tutte le sedie della sede, perché la gente…continuava ad entrare. Oltre 50 persone! Questa prima raccolta di canzoni di Claudia Anastasi tocca argomenti insoliti per quelli che pensiamo siano i giovani di oggi; si va dai migranti al mare come metafora dei viaggi della vita.

 

 

 

 

 

 

Il nostro amico, il giovane guineano Komara, intervistatore ufficiale della serata, le ha rivolto alcune domande, accuratamente preparate sul suo bloc-notes, la più intrigante riguardava il fatidico: “e adesso cosa ti aspetti dalla vita, che progetti hai per il futuro?“, domanda che riguarda tutti i giovani. Nella sala erano numerosi gli amici migranti che del mare hanno un’opinione ben particolare, costellata da esperienze spesso drammatiche; poter condividere e vivere insieme questi momenti, profondi e senza troppe barriere, è già di per sé un segnale di speranza per un futuro meno confuso. Grazie anche di questo, Claudia.

Nuovo codice IBAN: Attenzione: è cambiato l’Iban per le donazioni! Mentre ringraziamo di cuore chi si ricorda e aiuta le attività che si svolgono qui a Siracusa attraverso il Ciao, gli appartamenti, i corsi e le altre iniziative in cantiere, vi chiediamo di prendere nota del nuovo IBAN che ci è stato comunicato da Banca Intesa.

A tutti un saluto affettuoso – Gabriel, Ricky, Rosa, Nina e Giorgio

__________________

Per donazioni: Intesa Sanpaolo – FONDAZIONE ITALIANA DI SOLIDARIETÀ MARISTA CHAMPAGNAT O.N.L.U.S.

IBAN IT70Y0306909606100000163090

67 visits